Storyblocks (visita il sito) è oggi, di gran lunga, il sito più conveniente dove acquistare:

  • spezzoni di video,
  • foto,
  • musica e suoni

sia che chi acquista sia un canale televisivo a cui servono contenuti per montare i programmi che manda in onda, sia che il compratore sia un normalissimo YouTuber a cui servono filmati di pochi secondi per aggiungere qualità ai suoi video.

Storyblocks e l'uso dei contenuti che si acquistano

Storyblocks, tecnicamente, è un microstock. Ovvero un sito che vende a basso costo i contenuti che ho indicato sopra. Lo fa con la licenza royalty free che, a differenza di un diverso tipo di licenza che si chiama rights managed, prevede per chi la utilizza un unico pagamento, indipendentemente da:

  • distribuzione (in che media viene pubblicato e in che zona geografica)
  • tempo di utilizzo (la licenza royalty free è per sempre)
  • il tipo di progetti nei quali si inserisce il contenuto (si può utilizzare anche nella pubblicità).

in altre parole:

io compro su Storyblocks un video, una foto o una musica, e poi posso farci quello che voglio senza pagare nient'altro.

Prezzi low cost e buona scelta

L'abbonamento di Storyblocks costa pochissimo rispetto alla concorrenza dei vari:

Con 39 euro al mese, o 199 euro all'anno, si può scaricare un numero illimitato di video:

Piani di abbonamento mensile su Storyblocks

Piani di abbonamento annuale su Storyblocks

potendo scegliere tra circa 800 mila spezzoni di risoluzione:

  • Full HD,
  • 4K

E' vero, i loro concorrenti hanno molta più scelta:

  • Shutterstock ha 17 milioni di clip,
  • Pond5 ha 19 milioni di clip,
  • Adobe Stock ha 13 milioni di clip,

ma i prezzi a cui vendono i video singolarmente, grosso modo 79 dollari per il full HD e 199 dollari per il 4K, sono completamene diversi, perché con un video Full HD acquistato su Shutterstock o Adobe Stock si comprano due mesi di abbonamento su Storyblocks, durante i quali si possono scaricare anche tutti gli 800 mila video che propone.

In più, lo dico da utilizzatore, salvo non stiate producendo un documentario per la BBC o per National Geographic, quello che si trova oggi su Storyblocks, dopo che nel 2019 hanno aggiornato i contenuti, è assolutamente sufficiente per il 99% degli utilizzi.

Vi faccio un esempio. Io produco questo genere di filmati:

Lo schema produttivo è:

  1. scrivo il testo,
  2. decido a tavolino le parti in cui voglio apparire in video
  3. registro la voce fuori campo di quelle in cui non è necessario che io ci sia
  4. copro la voce con dei video.

Se volessi creare quest'ultimi da solo, sarei in grado di farlo. Il problema è che ci metterei mesi per quello che invece, grazie a Storyblocks, posso fare in un paio di giorni (o meno, a seconda del tipo di video).

Il risultato che ne esce è quello che avete visto sopra. Se a un certo punto dico qualcosa del tipo:

...mentre scrivete al computer...

Nel filmato si vedrà lo stock footage di qualcuno che scrive al computer. Per trovarlo su Storyblocks basta che io scriva:

Stringa di ricerca dei contenuti su Storyblocks

  • Notebook

nella stringa di ricerca, e selezioni:

  • Footage.

Sapete quanti filmati di notebook ha in vendita Storyblocks?

Risultati su Storyblocks della ricerca di una parola chiave

  • 10.519

Credetemi, ve lo dice uno che monta video da mattina a sera, è praticamente impossibile non trovare quello che può andare bene per il vistro progetto.

La collezione di foto e musica su Storyblocks

La collezione di foto (stock images) che Storyblocks propone è, invece, alquanto deludente. Per accedervi bisogna comprare un abbonamento.

Attenzione però:

Su Storyblocks non esiste l'abbonamento che permette di scaricare solo le immagini.

Lo scarico delle immagini è possibile solo sottoscrivendo un abbonamento completo che prevede anche lo scarico illimitato di video e musica.

Questo abbonamento, confrontato con i prezzi della concorrenza, è infinitamente più economico. Vi invito a guardare i prezzi che ha in questa pagina. Comunque ve li anticipo:

  • 65 euro al mese
  • 349 euro all'anno.

Prezzi dei piani per lo scarico di foto, video e musica illimitati su Storyblocks

Giusto per sottolineare che non sto scrivendo una recensione sul nulla, io sono uno di quelli che ha sottoscritto l'abbonamento illimitato da 349 euro l'anno. E, da quando l'ho fatto, ne sono felicissimo, perché se devo creare un video, o trovare una musica per questo, o inserire una foto in uno dei miei siti internet, oltre a trovarla facilmente, posso anche usarla senza rischiare problemi legali.

Prima, se ricorderete, ho detto che la collezione di immagini di Storyblocks non è un granché. Questo è un limiti, ma c'è però un grande vantaggio nell'acquistare contenuti da lì e non scaricarli dai vari siti gratuiti come, per esempio:

Relativamente a quest'ultimi, tantissimi proprietari di siti professionali, ma anche di siti personali, hanno preso una fregatura scaricando foto da lì.

Il problema è che chi le aveva rese disponibili le aveva rubate online, magari anche a qualche fotografo famoso con Avvocati molto agguerriti, con buona pace di chi per non pagare pochi dollari si è visto intentare una causa dall'esito finale scontato.

Su Storyblocks questo non può succedere, per due motivi:

  • c'è un forte controllo sui contenuti che vendono,
  • anche in caso qualcosa sfuggisse, hanno un'assicurazione per tutelare i loro clienti.

Soprattutto se usate professionalmente immagini, vi consiglio quindi di non fare il classico pensiero all'italiana:

Tanto non controlla nessuno

Perché ultimamente stanno nascendo online dei servizi di Avvocati che in cambio solo di una percentuale sull'importo deciso dal Giudice, e nessun costo fisso, scandagliano il web alla ricerca di plagi, e sempre più fotografi, scocciati da anni di scarico fraudolento delle loro immagini, si stanno affidando a tali servizi.

Un motivo in più per comprare da Storyblocks.

Storyblocks per scaricare suoni e colonne sonore per i vostri video

Per quanto riguarda la collezione di musiche di Storyblocks, a differenza delle foto, la quantità di canzoni disponibili è pienamente compatibile con la gran parte degli utilizzi di cui necessita un qualsiasi produttore di contenuti, sia che esso sia un singolo con progetti solo personali, sia un'agenzia che produce per gli altri.

Nel mio caso, per esempio, ho un Canale YouTube dove pubblico dei video storici della mia collezione personale. Per avere la possibilità di ingrandire il mio progetto, e di guadagnarci, rivendo tali filmati mediante questo sito a:

  • programmi televisivi
  • registi di documentari

YouTube è uno strumento magnifico in questa funzione, perché mi permette di trovare un pubblico a quello che faccio, che in alcuni casi poi compra da me. E, a differenza della televisione, lo fa gratis.

Per questo motivo, ogni mese, da 200 mila a un milione di persone guardano i miei video che, essendo muti, miglioro proprio grazie alle musiche che scarico in maniera low cost da Storyblocks.

Io che ho sottoscritto l'abbonamento da 349 euro all'anno, lo posso fare proprio grazie a questo. Chi non fosse interessato anche ai video e alle foto, lo può invece fare con un numero di brani illimitato tramite questa pagina a:

  • 15 euro al mese
  • 149 euro all'anno

Costo dell'abbonamento mensile per lo scarico di musica su Storyblocks

Costo dell'abbonamento annuale per lo scarico di musica su Storyblocks

Altrimenti si può utilizzare, ma a mio avviso non conviene, un abbonamento più economico, che prevede lo scarico solo di tre contenuti mensili a 9 euro.

Storyblocks al momento ha dei prezzi talmente convenienti che non ha nemmeno più bisogno di fare offerte, comprese le tradizionali del:

  • black friday
  • cyber monday

Fino al 2019 davano i primi 30 giorni gratuiti. Oggi, proprio perché il costo degli abbonamenti è talmente rivoluzionario rispetto a quello dei concorrenti che va preso ad occhi chiusi, hanno eliminato anche quelli.

Interfaccia user friendly

Filtri per trovare la musica su StoryblocksDa utilizzatore, da diversi anni a questa parte, di abbonamenti per lo scarico di canzoni da Storyblocks, trovo particolarmente buona l'interfaccia user friendly che permette a chi cerca un brano di selezionare le canzoni per:

  • Tipologia di media (musica, suoni o loop)
  • Umore (allegro, triste, malinconico, etc.)
  • Genere musicale
  • Strumenti musicali utilizzati
  • Presenza di parti cantate
  • Tempo (battute al minuto)
  • Durata

Storyblocks a livello audio prevede anche lo scarico di suoni che, per chiunque faccia video in maniera più seria di chi lo fa da amatore, sa che sono fondamentali per ottenere un buon risultato finale, ed essere tutelati rispetto all'utilizzo degli stessi scaricati dalle piattaforme gratuite.

Allo stesso modo, per quanto riguarda la collezione video, Storyblocks non propone solo stock footage, ovvero spezzoni di filmato generalmente dai 5 ai 15 secondi. Ha anche:

  • Templates Adobe After Effects
  • Sfondi animati

I primi (templates Adobe After Effects) sono dei progetti da utilizzare con un celebre programma della Adobe che si chiama, appunto, After Effects.

Volendo spiegare con parole semplici di cosa si tratta non sono altro che degli effetti speciali basilari. Dei contenuti che 10/15 anni fa li aveste potuti usare sembrando uno studio di produzione da milioni di dollari di fatturato annuo. Oggi, a mio avviso, i template After Effects sono invece completamente fuori moda e inutili in una strategia di comunicazione al passo coi tempi.

I secondi (gli sfondi animati) sono utilizzati soprattutto dai siti internet. Sono delle immagini create al computer, solitamente a tema stagionale:

  • Natale
  • Capodanno
  • Pasqua
  • le vacanze estive

Anche in questo caso, si tratta di contenuti "vintage", considerato come ha senso portare avanti il marketing oggi. Quindi non sono esattamente il punto di forza della collezione di Storyblocks.

Storyblocks per chi vuole vendere i suoi video

In Storyblocks sono confluiti tre progetti di vendita di contenuti stock:

  • Videoblocks che vendeva stock footage,
  • Audioblocks che vendeva musica
  • Graphicstock che vendeva stock images

Per chi come me produce proprio stock footage, per molti anni, l'antenato di Storyblocks, Videoblocks, ha rappresentato una fonte di reddito costante. Non mi dilungo su quello che è successo, perché spiego l'intera storia in questa pagina.

Riassumento: i tre marchi sono gradualmente spariti, mentre i rispettivi siti esistono tuttora, ma solo per il tempo tecnico di cui c'è bisogno per finire la transizione verso storyblocks.com.

Fino all'estate 2019, Storyblocks ha venduto stock footage in due modi:

  • singolarmente, nel Marketplace a prezzi simili a Shutterstock
  • in abbonamento, con una diversa collezione e con la possibilità di scarico illimitato di contenuti

Noi produttori potevamo vendere solo nel Marketplace, guadagnando il 50% del prezzo di vendita.

Nell'estate 2019 Storyblocks ha annunciato che il Marketplace avrebbe chiuso, e che i videomaker avrebbero potuto chiedere di vendere nella collezione All You Can Download guadagnando (lo dico io) spiccioli, previa selezione da parte di Storyblocks.

Da settembre 2019 Storyblocks vende solo contenuti in abbonamento. Tanto convenienti per chi li acquista, quanto non convenienti per chi li vende.

Concludendo, quindi, se vi servono foto, video o musica, credetemi, in rete non c'è niente di meglio di Storyblocks. Questi sono il link:

Daniele Carrer