Perché Shutterstock è il miglior microstock (insieme ad Adobe Stock)

Se avete budget e cercate contenuti da inserire nei vostri progetti, principalmente:

  • foto (stock images),
  • spezzoni di video (stock footage)

ma anche illustrazioni e musica, Shutterstock (visita il sito) è il sito migliore da dove acquistare.

Adobe Stock, da qualche anno a questa parte, sta cercando di fare la stessa cosa a livello sia di qualità dei contenuti in vendita sia di semplicità dell'interfaccia utente, ponendosi un gradino sopra rispetto ai vari:

Per come la vedo io, da compratore di stock footage e stock images, sia su Shutterstock che su Adobe Stock c'è un'interfaccia utente assolutamente semplice e intuitiva (in inglese e in italiano), e si trovano tutti i contenuti che servono, indipendentemente dal fatto che voi siate National Geographic (che effettivamente è un cliente di Shutterstock) o un semplice YouTuber che deve montare un video da incorporare nel suo sito internet.

Il limite di Adobe Stock è vendere quasi esclusivamente contenuti per uso commerciale (approfondisci di cosa si tratta) e non anche editoriale. Ci riesce comunque perché, essendo Adobe l'editore della suite di software più usata dai creativi, tanti degli utilizzatori di questa poi comprano anche foto e video nel loro sito.

L'interfaccia utente di Shutterstock

Shutterstock ha in vendita:

  • 200 milioni di foto
  • 18 milioni di spezzoni di video (generalmente dai 5 ai 15 secondi).

Il che vuol dire che, se nel vostro sito internet cercate l'immagine di un Comune italiano di 35 mila abitanti, come per ipotesi quello dove sono nato io che si chiama Conegliano, trovate in vendita su Shutterstock 814 foto.

risultati di ricerca su Shutterstock relativamente alle stock images di Conegliano

Se invece cercate un'immagine di Roma, ne trovate oltre 484 mila.

risultati di ricerca su Shutterstock relativamente alle stock images di Roma

Questo significa che praticamente ogni angolo della nostra Capitale è stato immortalato. Lo stesso vale per tutte le altre grandi città del mondo.

Se invece cercate video degli stessi soggetti, la quantità è ovviamente inferiore, ma non abbastanza per pensare che siate costretti ad andare sul posto a girare. Anche se parliamo di Comuni italiani sotto i 100 mila abitanti.

Per la cronaca, su Shutterstock ci sono infatti:

  • 227 video di Conegliano,
  • e 59 mila video di Roma.

Ma uno dei motivi principali di scelta tra i microstock è l'interfaccia utente, ovvero quanto è semplice usare il sito per acquistare qualcosa.

Parlo per cognizione di causa, perché ogni tanto mi capita anche di comprare contenuti, soprattutto per i video che faccio in questo sito. Quello che posso dire con certezza è che Shutterstock ha la miglior esperienza utente per i suoi compratori, ovvero:

  • vi registrate in un minuto,
  • i contenuti che vi mostra sono proprio quelli che vi servono,
  • la procedura di acquisto è semplice come quella di Amazon.

Prezzo delle fotografie su Shutterstock

L'unico problema è il budget, perché i prezzi non sono esattamente economici. Ma considerato quanto si pagava (e tutt'oggi lo si fa se si sceglie quella strada) una foto su misura, non credo debba spaventare spendere qualche decina di euro per un pacchetto di immagini o per un video, potendo contare su:

  • realizzazione professionale,
  • i migliori modelli al mondo,
  • una quantità enorme di contenuti a disposizione.

Il discorso vale sia per le foto che per i video:

Prezzi dei video su Shutterstock

Shutterstock, quindi, conviene se si vuole comunicare da imprenditori. Per tutto il resto c'è Google Immagini (e il rischio che comporta rubare foto da lì: non fatelo, perché rischiate tantissimo!).

Rischi legali zero su Shutterstock

A proposito, se un fotografo o un videomaker che carica i suoi contenuti su Shutterstock fa il furbo, ovvero li ruba da qualcun altro che poi ne rivendica la proprietà (storie di cui il web, purtroppo, è pieno), Shutterstock ha un'assicurazione che tutela chi acquista tali contenuti nel suo sito.

Alla fine il bello di Shutterstock, in un mondo in cui tutti hanno l'Avvocato spianato, è proprio dare sicurezza ai suoi clienti. Quindi, acquistando da questo link potete anche risparmiarvi il tempo che vi serve per cercare un'agenzia alternativa. Quest'ultima, vuoi per assenza di contenuti, o perché non ha l'interfaccia in italiano, o perché non dà la stessa copertura assicurativa, credetemi non conviene.

Tranne forse in un caso...

L'unica vera alternativa a Shutterstock

In realtà a Shutterstock ci potrebbe essere un'alternativa, almeno se vi servono video e non foto. Le alternative per le foto non sono tanto gli altri microstock a pagamento, ma siti gratuiti come:

che però sono pieni di immagini piratate, con i rischi enormi che comporta usarle.

Storyblocks invece ha il suo perché. Per spiegarvi nel dettaglio i motivi, vi consiglio di leggere questa guida completa che ho scritto.

Riassumendo, Storyblocks vende contenuti a bassissimo costo. Se quindi non avete tanto budget, può essere una valida alternativa, limitandovi però la scelta tra gli 800 mila video che propone, anziché tra i 18 milioni che ha Shutterstock.

Dipende tutto da quello che cercate. Se, come nell'esempio sopra, vi servono filmati di un Comune italiano di 100 mila abitanti, perché dovete montare un video da pubblicare su YouTube, Storyblocks non ha nulla.

Se, come ho fatto io, dovete invece montare un filmato promozionale:

e vi servono video di:

  • persone al computer,
  • fotografi,
  • ragazzi che guardano lo smartphone,
  • freelancer che usano il computer all'aperto

Storyblocks va benissimo, e a 39 dollari al mese (ovvero la metà di quanto vi costa un singolo video full HD su Shutterstock) vi permette di scaricare tutto quello che vi serve. Lo potete fare da questo link, che tanto provare costa veramente poco (c'è anche l'opzione 199 dollari per un anno).

Shutterstock per chi vuole vendere

La vendita delle proprie foto e dei propri video nei microstock è un hobby/business con il quale decine di migliaia di fotografi/videomaker in tutto il mondo, Italia compresa:

  • arrotondano le loro entrare
  • ricevono un reddito che li fa vivere.

Ovviamente, come spiego in tutto questo sito e nel mio corso, riuscirci non è facile, perché è talmente bello farlo che la concorrenza nel tempo è diventata spietata, e per guadagnare bisogna conoscere determinati strumenti e non improvvisare la produzione.

Per quanto riguarda Shutterstock, spiego approfonditamente in quest'altra pagina, tutte le caratteristiche del sito che bisogna sapere per evitare di guadagnare solo qualche dollaro al mese come, a dire il vero, fa la maggior parte dei fotografi che prova la fortuna, senza un metodo.

Giusto per citare un dato di fatto, posso dire che Shutterstock è il mio secondo miglior microstock per incassi, visto che anch'io produco stock images e soprattutto stock footage. Lo è dopo Pond5 (leggi la mia guida su Pond5).

Questo il mio pannello di controllo mentre scrivo:

Pannello di controllo di un contributor su Shutterstock

  • 681,47 dollari sono le mie entrare nel mese in corso
  • 42.517,48 dollari quelle totali.

Giudicate voi se ne vale la pena. Secondo me sì, ma sono un po' di parte.

Daniele Carrer