Quando crei un blog come il mio hai il privilegio di conoscere tante persone che condividono con te la passione del video e della fotografia.

Roberto Mariani è un videomaker che rientra in questa categoria. L'ho conosciuto ad un evento dal vivo al quale ho partecipato come relatore, che è questo qui sotto:

La sua storia ha degli elementi in comune con quella di molti videomaker che hanno scoperto il microstock con il passaparola battente che c'è stato in rete più o meno a partire dal 2010.

Improvvisamente quest'anno, complici quei casi che non sono mai da imputare alla fortuna e sempre alla capacità delle persone di trovare tante opportunità che per la legge dei grandi numeri prima o poi vanno a buon fine, ha riscoperto:

  • stock footage;
  • stock images.

Non vi anticipo la storia che racconta qui sotto, ma vi chiedo, soprattutto se fate parte della categoria dei videomaker scettici nei confronti del microstock:

Non vi piacerebbe passare mezz'oretta a riprendere il vostro cane, caricare le clip su Pond5 e svegliarvi 2 mesi dopo con una notifica di vendita che vi certifica che mentre dormivate avete incassato 75 dollari?

Non vi ispira l'idea di vendere quello stesso contenuto da lì alla fine del mondo, visto che l'immagine di un cane non invecchia, tante altre volte sulla stessa Pond5 e su almeno altre 2 agenzie che vendono altrettanto bene?

Che ne dite poi di affiancare a quel soggetto 1000 altri soggetti simili:

  • animali;
  • persone;
  • città;
  • professioni

e moltiplicare i vostri guadagni.

A chi ha ancora dei piccoli dubbi, ricordo solo che Roberto Mariani non è una persona che ha la mia esperienza con il microstock. Ai più scettici faccio notare anche che Roberto Mariani non è una persona che vende un corso come faccio io.

E' semplicemente un videomaker che ha trovato un modo per darsi da fare e migliorare la sua vita, in un mondo che cambia ogni giorno e dove le certezze lavorative che c'erano anche solo 10 anni fa non esistono più.

Daniele Carrer

Il videomaker Roberto Mariani e il microstock

Ritratto del videomaker Roberto Mariani

La mia storia di produttore di immagini per le agenzie di stocking in realtà comincia parecchio tempo fa. Per una serie di circostanze la mia prima fase di carriera però, a causa della mancanza di tempo, non ha avuto fortuna. La voglia di riprovarci mi era sempre rimasta.

A gennaio 2017 mi è tornata la voglia di "darci dentro" e di dedicarmi seriamente al microstock, ma con il desiderio (sbagliato) di fare di testa mia, ovvero senza la voglia di capire se c'era qualcosa che avevo sbagliato fino a quel momento. Il caso però ha voluto che lo studio con cui collaboro come videomaker sia stato incaricato di effettuare le riprese dell’intervento di Daniele Carrer allo IED, avvenuto qualche settimana dopo.

Sono rimasto impressionato da quello a cui ho assistito (non so se Daniele lo sia stato delle mie riprese...). Mi si è aperto un mondo:

  1. di nuove conoscenze
  2. di nuove incertezze e dubbi

A quel punto ho iniziato a domandarmi se fosse giusto dedicare tempo al microstock

e l'ho fatto anche dopo la prima inaspettata vendita di:

  • una clip (stock footage)
  • una decina di immagini (stock images)

La curiosità però era talmente elevata che, da buon videomaker, ho iniziato seriamente a produrre:

  • time-lapse
  • hyper-lapse
  • clip in real time

In principio l'ho fatto solo solo per:

  • divertimento
  • cultura personale.

Senza fare viaggi ho riscoperto la mia città (Milano). Da allora ogni occasione è diventata buona per produrre nuovo materiale. Mai avrei pensato di utilizzare tecniche delle quali avevo sempre e solo sentito parlare.

Dopo aver dedicato gli ultimi 2/3 mesi a capire come stanno le cose, ho deciso che continuerò a produrre immagini stock e stock footage. La mia storia non è uno spot per incoraggiare nuovi videomaker e fotografi ad entrare nel già affollato mondo del microstock.

Le prime vendite

Posso però raccontare un aneddoto che darà tanti stimoli agli appassionati di video e fotografia.

A Pasquetta sono andato a fare una gita al lago e ho ripreso i cani di mia sorella. Potete vedere un fotogramma del video qui sotto (se volete vedere la clip per intero basta che ci clicchiate sopra, visto che le agenzie di microstock non consentono l'incorporamento).

 Stock footage venduto da Roberto Mariani su Videoblocks

Proprio il giorno dopo aver iniziato a scrivere questo post, ovvero un paio di mesi dopo la ripresa, mi è arrivata la celebre mail di Pond5 (tanti di voi la conoscono e la aspettano ogni mattina):

Report di vendita inviato a Roberto Mariani da Pond5

In altre parole, in 2 soli mesi ho incassato con quelle riprese 69,50$, a cui devo aggiungere 49$ (43,39 al netto della ritenuta alla fonte ) incassati con Videoblocks qualche giorno prima.

Niente male vero?

Aggiornamenti (casi studio per videomaker che vogliono arrotondare)

Nei successivi mesi non ho prodotto molto, però ogni tanto creo qualche video nei tempi morti semplicemente praticando la mia passione di videomaker, e poi lo invio alle agenzie di stock footage.

Fotogramma tratto da un hyperlapse del Duomo di Milano

Per esempio questo fotogramma sopra è tratto da un hyper-lapse che ho girato in Piazza Duomo a Milano. Fino ad ora l'ho venduto 2 volte:

  • 60+18$

Dettaglio di una macchina per la lavorazione della birra

Mentre facevo un servizio fotograficoin un birrificio artigianale, ho realizzato alcune clip. Una è stata venduta immediatamente:

  • 14 $

Mentre su Storyblocks ho venduto per la seconda volta la stessa clip dei cani di cui parlavo sopra:

Screenshot di vendita su Videoblocks

Su Pond5, mentre stavo facendo un servizio fotografico alla fiera di Rimini, ho realizzato una clip che è stata venduta quasi subito e che mi è stata pagata:

  • 25$

Trattore che ara un campo

Come dicevo:

non ho necessità di arricchirmi, ma mi dà tanta soddisfazione vedere che ogni tanto guadagno qualcosa.

Roberto Mariani

Vuoi provare a fare come Roberto? Parti da qui:

Ho 4 video gratuiti che ti spiegano come iniziare, a che mail te li mando?

Privacy Policy